Prodotti a carrello

chiudi
1. MOTIVO DI ASSISTENZA
2. DETTAGLI ASSISTENZA
3. ULTERIORI DETTAGLI
Non trovi la risposta che cerchi?
Torna su

 

Per garantire il corretto funzionamento del servizio internet, e’ necessario che l’apparato che hai scelto implementi i livelli protocollari adatti a dialogare correttamente con i sistemi dell’operatore, sia a livello fisico (modem) che superiore (adaptation protocol/ encapsulation), fino alla corretta instaurazione della sessione IP (session protocol).

Per consentire la fruizione del servizio voce, il tuo modem deve supportare:
- la configurazione automatica degli IP di servizio tramite query DNS di tipo SRV (RFC 2782)
- i codec: G.729, G.711 A-law, T.38

La tabella successiva riassume per le tre tipologie di accesso utilizzate da Vodafone, gli standard di riferimento per il livello fisico, per il protocollo di adaptation e di session.

Velocità di connessione


Standard
fisico

Fino a

20Mbps

Fino a

200Mbps

Fino a

1Gbps


ADSL 2+

VDSL2

FTTH*

Riferimento

ITU
G.992.1 e
G.992.5 over POTS

VDSL2 profili 8b, 12a, 17a, 35b.
Consigliati:
Retransmission (ITU-T G.998.4)
Vectoring ( ITU-T G.993.5)
SRA (ITU-T G.993.2)

GE WAN Interface
(IEEE 802.1q)

Session

Protocol

PPPoE Routed
(definito come
RFC2516)

PPPoE Routed
(definito come
RFC2516)

PPPoE Routed
(definito come
RFC2516)

Nell’architettura FTTH la fibra ottica arriva direttamente nella tua casa e deve essere collegata ad una terminazione ottica, detta ONT (Optical Network Termination) fornita da Vodafone. Il router che hai scelto deve avere un’interfaccia di rete WAN di tipo Gigabit Ethernet Full-Douplex Auto-Sensing che deve supportare il protocollo Ethernet 802.1q.
Questa interfaccia deve essere collegata a ONT con un cavo di rete Ethernet Categoria 5e o superiore.