(0)
Prodotti a carrello
  •  
    Nessun prodotto presente nel carrello
     

FIBRA OTTICA Vodafone

SERVIZI IN FIBRA OTTICA FTTH


Vodafone offre i servizi di rete fissa ultra-broadband in fibra ottica utilizzando due differenti tecnologie: fibre to the home in tecnologia GPON (FTTH) e fibre to the cabinet (FTTC). Nella soluzione FTTH GPON la fibra ottica collega la centrale direttamente all’abitazione del cliente.



Il vantaggio del cavo in fibra ottica sino alla abitazione rispetto a quello in rame, è legato al fatto che la rete ottica offre la possibilità di trasportare molte più informazioni dei tradizionali cavi in rame permettendo al cliente di raggiungere velocità di navigazione più elevate (velocità teorica del GPON è di 2.5Gb/s). Inoltre le prestazioni delle connettività in fibra ottica hanno il vantaggio di essere immuni da ogni tipo di interferenza e da ogni evento atmosferico né tanto meno risentono della distanza tra l’abitazione del cliente e la centrale o dal numero di clienti collegati alla stessa.
La tecnologia FTTH GPON è basata su una rete di fibra ottica passiva di tipo punto-multipunto. Il singolo ramo di fibra ottica che parte dalla centrale viene distribuito sino a 64 abitazioni contemporaneamente attraverso un sistema di ripetitori ottici passivi (splitter ottici).
La rete in fibra ottica tra centrale e abitazione è totalmente passiva (esente quindi da interruzioni di alimentazione) e pronta a supportare tutte le future evoluzioni del GPON (XGPON, XGSPON, NGPON2) con bande sino a 40GB/s.


SERVIZI IN FIBRA OTTICA FTTC


Nella soluzione FTTC (Fibre to the Cabinet) la fibra ottica collega la centrale sino all’armadio stradale (cabinet) installato in prossimità dell’abitazione. Il collegamento dal cabinet alla casa del cliente è assicurato dalla rete di rame (doppino).



La copertura capillare del territorio con armadi stradali assicura una lunghezza media del doppino in rame di circa 250 metri.
A differenza dalla connettività FTTH, la lunghezza della linea in rame influisce sulla performance della connessione: più corto è il filo di rame tra il cabinet e l’abitazione tanto maggiore è la velocità che il cliente può raggiungere. Non solo. Le prestazioni medie di un cliente FTTC risentono degli effetti delle interferenze elettromagnetiche provocate dai doppini degli altri clienti collegati allo stesso cabinet. Questo fenomeno, chiamato “diafonia”, degrada leggermente le performance teoriche.
Il grafico seguente illustra come variano le performance della fibra FTTC in funzione della distanza del cliente dal cabinet.



In ultimo, a differenza dell’architettura FTTH, quella FTTC contiene elementi attivi all’interno del CABINET ed è quindi più vulnerabile a guasti di natura elettrica.


DIFFERENZA TRA FIBRA E RAME


In estrema sintesi potremmo dire che la fibra intrappola e trasmette la luce sotto forma di onde elettromagnetiche di pura energia.
Il rame invece trasporta energia elettrica tramite particelle elettricamente cariche, gli elettroni, che hanno dimensione e peso non trascurabili: il loro moto caotico infatti causa collisioni e conseguenti deviazioni sul percorso.
Questa differenza intrinseca delle due tecnologie fa sì che la fibra sia certamente più efficiente rispetto al rame garantendo una maggiore quantità di dati trasferita.
Non solo, dato che l’attenuazione introdotta dalla fibra è trascurabile se confrontata a quella introdotta dal rame, possiamo con buona approssimazione ritenere le prestazioni idei clienti FTTH (1Gb/s) siano invarianti rispetto alla distanza dalla centrale (dell’ordine di qualche chilometro).


FATTORI CHE LIMITANO LA VELOCITÀ DI CONNESSIONE FIBRA


Alla luce delle considerazioni sin ora fatte risulta evidente che l’architettura di rete FTTC ha una maggiore sensibilità a determinati fattori che possono influenzare la velocita di navigazione:
  • fattori fisiologici della rete in rame
    • Distanza dal cabinet: la performance della sezione di rete in rame è fortemente condizionata dalla distanza del cliente dal Cabinet
    • Diafonia: il disturbo generato dalla coesistenza di clienti sullo stesso fascio di doppini è proporzionale al numero di clienti attivato e riduce irreversibilmente le prestazioni con l’aumento dei clienti stessi.
  • fattori contingenti della rete in rame
    • Obsolescenza del doppino in rame. La qualità del doppino in rame è condizionata da diversi fattori esterni:
      • derivazioni del doppino al cabinet;
      • impianto telefonico domestico del cliente non sezionato (filtri, prolunghe per telefoni/fax);
      • contatti intermittenti (domestici o al cabinet);
      • ossidazione del rame;
      • condizioni meteo avverse, i doppini di rame con scarso isolamento risentono maggiormente degli effetti dell’umidità.
    • Rumori impulsivi
      • presenza di cantieri in prossimità dei cabinet stradali;
      • interferenze elettromagnetiche prodotte da dispositivi domestici (lampade elettriche, interruttori luce, elettrodomestici, etc.).
  • fattori limitanti relativi alla connettività domestica del cliente
    • Limiti dell’Hardware e Software dei dispositivi del cliente: caratteristiche hardware del dispositivo in uso possono non essere adeguate alle prestazioni richieste dalla connettività in fibra (ad es. elevate velocità possono essere raggiunte solo da PC di ultima generazione)
    • Il cliente utilizza in parallelo alla navigazione programmi ad alto impegno di risorse di rete
    • Limiti della rete locale wireless (Wi-Fi)
    • Concorrenza sullo stesso canale radio di più device wifi attivi
    • Device wifi non compatibili ai più recenti standard (es wifi-n, wifi-ac)
    • Elevata distanza tra il modem ed il dispositivo o presenza di ostacoli tra i due
    • Interferenza radio dovuta alla presenza di altri modem WIFI nelle vicinanze o dispositivi che irradiano sulle stesse frequenze (bluetooth, sensori di allarme, ZigBee, micro-onde, baby monitor…)


Relativamente all’architettura di rete FTTH, come detto in precedenza, non vi sono limitazioni intrinseche alla fibra ottica. Gli unici fattori che possono influenzare la velocita di navigazione sono principalmente riconducibili alla connettività domestica del Cliente come sopra descritti.


COME POSSO MISURARE LA VELOCITÀ DI CONNESSIONE IN FIBRA


Misurare la velocita della propria connessione è molto semplice: basta collegare il proprio computer alla Vodafone Station attraverso l’apposito cavo LAN e cercare sul proprio browser uno dei due seguenti siti:


Speed Test

È una pagina del Portale Clienti Vodafone specificamente ingegnerizzata sulla base della tecnologia OOKLA, dove si può effettuare la misurazione della velocita della connessione della propria linea internet.



Speed Test

È in assoluto il sito di misurazione velocita di Internet universalmente riconosciuto.



Per valutare la velocità puoi anche utilizzare gli strumenti messi a disposizione dal sistema di misura fissa sviluppato dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Per info clicca qui.


In generale per una oggettiva misurazione affidabile della velocita della linea è importante ricordarsi che:
  • la connessione in WIFI può introdurre dei ritardi/rallentamenti che impediscono alla linea fissa di esprimere tutto il suo potenziale in termini di performance; per questo motivo consigliamo di connettere il PC alla Vodafone Station via cavo LAN;
  • per la tecnologia di accesso FTTH, l’effettiva misurazione di speedtest fino a 1 Gb/s dipende dal personal computer che se non di ultima generazione (processore Core I7) può diventare esso stesso collo di bottiglia per la valutazione della performance e anche dal tipo di cavo di rete LAN utilizzato.


LA COPERTURA DELLA RETE IN FIBRA


Il sito di vodafone.it già ospita l’elenco aggiornato di tutti i comuni nei quali è attivabile offerta IperFibra in questa pagina. Di seguito un estratto del contenuto.